L’Inter è da scudetto”. “Obiettivo stagionale? Lottare per il titolo”. “L’Inter può giocarsela con la Juventus”. Deliri da notti di luglio o mezze verità? L’Inter è realmente all’altezza della Juventus? L’unica possibilità che si ha per capirlo è analizzare le rose delle due squadre e provare a capire i punti di forza ed i punti deboli, in modo da avere a disposizione un confronto realistico, per quanto possibile. Il calciomercato cambierà ancora le due squadre, spostando equilibri e rapporti di forza, ma un tentativo si può fare. Dopo aver preso in esame la difesa e il centrocampo, è venuto il momento di mettere a confronto le bocche di fuoco delle due squadre, per vedere se il potenziale offensivo dell’Inter se la gioca con quello dei campioni in carica.

BOMBER ARGENTINI – Icardi ha rinnovato, Tevez è andato al Boca Juniors. Questa la prima differenza tra i reparti avanzati delle due acerrime rivali: la Vecchia Signora ha dovuto salutare il suo bomber, l’artefice delle fortune degli ultimi 2 anni; la Beneamata al contrario ha rinnovato il contratto a Maurito e potrà contare sull’incredibile vena realizzativa del suo numero 9 per puntare alla rinascita.

GIOVENTU’ AL POTERE, CON UN PIZZICO DI ESPERIENZA – Una caratteristica in comune è sicuramente l’età media molto bassa dei due reparti. La Juventus in attacco può vantare Dybala (22), Morata (23), Zaza (24) e Mario Mandzukic (29); in rosa inoltre c’è ancora Llorente (30) che però è lontano dai piani tecnici di Allegri e metaforicamente potrebbe essere sostituito da un trequartista, con il nome di Draxler (22) in primo piano. L’Inter al momento conta invece su Icardi (22), Shaqiri (23), Jovetic (26), Biabiany (27) e Palacio (33): lo svizzero però è in uscita, al suo posto potrebbe arrivare Ivan Perisic (26). Due reparti estremamente giovani e interessanti: sia Inter che Juve si affideranno a due bomber in erba come Icardi e Morata, assistiti da due attaccanti più esperti come Palacio e Mandzukic. A condire le rispettive portate delle allettanti scommesse: i nerazzurri puntano sulla rinascita di Stevan Jovetic e  di Jonathan Biabiany, i bianconeri hanno investito tanto (qualcuno direbbe troppo) sul talento di Dybala e sperano nella consacrazione di Simone Zaza.

APPROFONDIMENTI  5 numeri dieci più forti della storia dell'Inter

CALCIOMERCATO IN SALSA BUNDES – Inter e Juventus non si fermano qui: entrambe hanno nel mirino un ulteriore giocatore proveniente dalla Germania per completare i reparti. La squadra milanese punta il duttile esterno d’attacco del Wolfsburg Ivan Perisic, i bianconeri cercano di strappare allo Schalke 04 il trequartista Julian Draxler. Due investimenti simili (18 milioni quello dell’Inter, sui 20 più bonus quello della Juve) per due giocatori che ricoprono pressoché lo stesso ruolo: chi renderà di più in serie A? Bisognerà aspettare il verdetto del campo per scoprirlo.

CONCLUSIONI – L’età media molto bassa e le scommesse operate da entrambe le squadre rendono il verdetto estremamente incerto: da un parte l’Inter può contare sul talento di Icardi e l’estro di Jovetic, dall’altra la Juve punta sulla duttilità di Morata e sugli arrivi di Mandzukic e Dybala, che dovranno colmare il vuoto lasciato da Tevez. Un altro elemento importante sarà inoltre la quantità di impegni che le due squadre dovranno fronteggiare: i nerazzurri avranno solamente campionato e Coppa Italia, i bianconeri dovranno anche difendere lo scettro di vice-campioni d’Europa conquistato la passata stagione.

Jacopo Gino (@jacopogino)

share on:

Leave a Response