Con l’infortunio di Khedira, che starà fuori almeno due mesi (dovrebbe rientrare in Ottobre proprio contro l’Inter) la Juve, dopo la Supercoppa contro la Lazio, tornerà sicuramente sul mercato per sopperire all’assenza del tedesco. Torna di moda l’idea Guarin: il colombiano, che nel Gennaio del 2014 era vicinissimo alla Juve (fu il presidente Thohir a bloccare l’operazione), potrebbe veramente andare a Torino. La dirigenza nerazzurra, dopo i tanti acquisti, deve cominciare a vendere e pertanto l’interessamento da parte della Juventus per il giocatore potrebbe essere preso in considerazione. Cara Signora. vuoi Guarin? Allora proponi uno scambio alla pari dandoci come contropartita Asamoah.

IDEA ASAMOAH – Il Ghanese con Allegri non ha più spazio e con l’eventuale arrivo di Guarin la concorrenza a centrocampo aumenterebbe con la reale conseguenza di una lunga panchina. Parliamo di un giocatore di tutto rispetto, forte fisicamente, veloce e capace nell’uno contro uno, nonché dotato di un buon tiro. Se le condizioni sono queste e se la Juve dovesse offrire lui come contropartita allora si potrebbe cominciare a discutere della cessione Guarin. Vendere il Giaguaro per poi tornare nuovamente sul mercato (con il rischio di trovare qualcosa di peggio) sinceramente è da evitare. Asamoah potrebbe essere un buon giocatore che la società nerazzurra e lo stesso Mancini potrebbero accettare come eventuale alternativa.

APPROFONDIMENTI  5 motivi per preferire Criscito a Clichy

OTTIMO ANCHE COME TERZINO SINISTRO? – Un altro ruolo che l’Inter deve coprire è quello del terzino sinistro: Antonio Conte ha reinventato con successo il ghanese come esterno nel 3-5-2. Con il cambio modulo l’ex Udinese ha anche sperimentato l’esperienza di terzino sinistro, non sfigurando: sicuramente sarebbe un adattamento, ma con un po’ di lavoro il giocatore potrebbe esprimersi ad alti livelli anche in quel ruolo.

UNA RINASCITA DEL GIAGUARO? – Al popolo interista Guarin è sempre piaciuto e lo stesso ha sempre sperato che il colombiano riportasse l’Inter ad alti livelli; se dovesse partire qualcuno gioirà e qualcuno ci rimarrà male. E’ innegabile però che Guarin non abbia mai espresso al meglio le sue potenzialità, risultando spesso distratto e incostante. Perché allora non puntare sul ghanese, prospetto molto interessante e anche più giovane del colombiano.

Mario Giuliante (@Mario_TheVoice)

share on:

Leave a Response