In 107 anni di storia 15 francesi hanno vestito la maglia dell’Inter. Kondogbia sarà il prossimo, nel frattempo scopriamo i suoi illustri predecessori

Geoffrey Kondogbia sarà il sedicesimo calciatore francese a vestire la maglia dell’Inter. A partire da Antoine Bonifaci (una manciata di presenze a metà del secolo scorso) in molti sono andati a costituire la colonia transalpina di ex interisti, la più nutrita tra quelle del Vecchio Continente. Non tutti sono stati campionissimi, ma mentre ormai ci si sarà dimenticati (o si vorrebbe farlo) di gente come Ousmane Dabo o Jeremy Brechet, altri invece sono rimasti scolpiti nella memoria di tutti i nerazzurri. Cinque, in particolare, hanno contribuito più degli altri a costruire la storia della Beneamata, eccoli.

LA TOP 5 DEI FRANCESI NERAZZURRI

5) OLIVIER DACOURT – Ha ballato una sola stagione, ma ne è valsa la pena. Arrivato in sordina nell’estate del 2006, a parametro zero dalla Roma, si ritaglia – complice l’infortunio di Cambiasso – subito uno spazio importantissimo come vertice basso di centrocampo. Ventiquattro presenze utili a portare a casa il tanto agognato 15° scudetto. Il crack al ginocchio lo ferma nelle successive annate interiste, non riuscendo più a entrare nelle rotazioni dell’allenatore.

4) BENOIT CAUET – Meno appariscente di tanti altri, ma detentore del record di presenze (146) per un cugino d’oltralpe con la gloriosa casacca interista. Tanta, tantissima sostanza in mezzo al campo, correndo a supporto e rincorrendo gli avversari. Una facilità di corsa che gli è valso il soprannome di Tre Polmoni. Nel palmarès la Coppa Uefa 1998, vinta – non a caso – proprio a Parigi.

APPROFONDIMENTI  5 giocatori del Napoli che potrebbero interessare all'Inter

3) LAURENT BLANC – Eleganza, testa altissima e cervello fino. Il centrale della Francia Mondiale arriva in nerazzurro già molto avanti con gli anni, ma in due stagioni da titolare inamovibile riesce comunque a regalare alcune giocate deliziose, come uno splendido gol contro il Napoli.

2) PATRICK VIEIRA – Forse il più simile – per fisico e ruolo – a Kondogbia. Già capitano dell’Arsenal, insieme a Materazzi e Ibra costituisce l’ossatura delle migliori edizioni dell’Inter manciniana. La presenza in mediana e l’innata propensione all’inserimento vincente han fatto di lui uno dei migliori centrocampisti dei primi anni 2000. Non a caso il tecnico di Jesi l’ha poi voluto con sè anche al City, mentre ora cerca suoi cloni un po’ per tutta Europa.

1) YOURI DJORKAEFF – Metà francese, metà armeno, campione completo. Insieme al Fenomeno ha fatto sognare i tifosi nella controversa stagione 1997/98, conclusa – per Youri – col titolo di Campione del Mondo. Di lui si ricorda soprattutto il meraviglioso gol in rovesciata contro la Roma, forse il più bello dell’intera storia nerazzurra.

Simone Viscardi

@simojack89

share on:

Leave a Response

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.