Manca ormai poco, il campionato sta per ripartire. La beneamata giocherà domenica contro l’Atalanta e nell’attesa dell’esordio, in vista della chiusura del mercato, prova a piazzare gli ultimi colpi. Ormai la questione esterno d’attacco è al centro di tutto e staremo vedere chi alla fine arriverà. Tra i soliti nomi che girano gli ultimi ad inserirsi sono quelli di Ljajic e Perotti. Tra i due, il primo potrebbe essere quello su cui puntare: perché?

ESPERIENZA – Conosce bene il calcio italiano e sicuramente non avrebbe ad adattarsi al gioco di Mancini, essendo abituato a giocare come esterno in un tridente. Con la Roma ha fatto bene e ripetersi non sarebbe sicuramente un problema.

SICUREZZA – Se gioca può garantire sicuramente solidità in attacco e gol. In carriera ha segnato 211 ed a soli 23 anni ; cifre queste che possono puntare ad aumentare con solide possibilità di crescita. Una ulteriore esplosione proprio nella società nerazzurra: un’ottima cosa.

TESTA CALDA – Lo ricordiamo per lo scontro avuto con Delio Rossi. Sicuramente una testa calda ma negli ultimi tempi ha dimostrato serietà sia dentro che fuori dal campo. Nell’Inter le teste calde non sono mai mancate: diamogli una chance.

DRIBBLING – Velocità, dribbling e il saltare l’uomo sono le sue armi migliori. Con questi mezzi ha siglato tanti gol in Serie A, alcuni dei quali veramente belli. Questo stile di gioco potrebbe corrispondere effettivamente a quanto dall’Inter cercato.

APPROFONDIMENTI  Guarin, una vita in partenza: resterà a Milano anche stavolta?

PREZZO – Secondo “Transfermarkt” il suo valore si aggira attorno ai 14 milioni di euro. La cifra non è alta, soprattutto se i soldi sono quelli derivanti dalla cessione di Kovacic.

Il suo arrivo sicuramente potrebbe rivelarsi un punto in più per l’attacco di Mancini. Nella Roma, tutte le volte che Garcia lo ha utilizzato ha portato a casa sempre ottime prestazioni. Dall’altro lato c’è Perotti che sicuramente si avvicina molto allo stile di gioco di Adem Ljajic e quindi la scelta è sicuramente difficile. Staremo a vedere se saranno loro a contendersi un posto oppure ci sarà qualcun altro a mettersi in mezzo. Con l’Inter non si sta mai tranquilli: il mercato non dorme mai, chiude alla fine di agosto. Ci saranno notti insonni per vedere chi la spunterà.

Mario Giuliante 

(@Mario_TheVoice)

share on:

Leave a Response