Santon, Podolski, Shaqiri e Brozovic. Questi i quattro acquisti dell’Inter nel mercato di riparazione invernale. Tre su quattro sono in partenza o non riconfermati

Ha senso fare degli investimenti per poi tornare indietro appena sei mesi dopo? Apparentemente no. Ma è anche vero che senza resa non ci può essere guadagno, ecco perché rivendere e reinvestire – magari con più testa – potrebbe essere la scelta giusta. Diciamoci la verità: il mercato dell’Inter negli ultimi 10/15 anni ha sempre deluso le aspettative, giocatori strapagati che hanno poi reso un decimo di quanto ci si aspettava. Tra la lunghissima lista di nomi, vale la pena ricordare i vari, Georgatos (15 miliardi di lire), Farinos (36 miliardi!!!), Vampeta (30 miliardi), Guglieminpietro (scambiato alla pari con Andrea Pirlo, giocatorino da niente), Coco (scambiato alla pari con un altro brocco… ah no… con Clarence Seedorf), Mancini (il brasiliano eh, non il nostro tecnico, 13 milioni di euro), il simpatico Muntari (14 milioni), Quaresma (24 milioni), il duo Forlan-Johnny il Divino (5 milioni cad.) e, dulcis in fundo, Alvaro Pereira (10 milioni). Alzi la mano chi si sta mettendo le mani nei capelli (come sto facendo io). Evidentemente la nostra Inter è pazza anche nel mercato, ma noi la amiamo anche per questo. Tuttavia, senza più Branca tra le scatole, speriamo che quest’ennesima rifondazione sia portata avanti con maggior criterio. Da un punto di vista sembra regnare la solita confusione e indecisione sui nomi da portare a casa, visto e considerato anche che non possiamo permetterci un mercato competitivo con le big d’Europa e bisogna sempre virare sulle seconde scelte; dall’altra questa sorta di pugno di ferro sugli elementi della rosa, potrebbe far pensare a una netta inversione di tendenza (la nostra maglia e i nostri soldi li diamo a chi se li merita). E sperando che i prossimi acquisti (Kondogbia su tutti) non vadano ad arricchire la lista degli errori scritta sopra, confidiamo nel fatto che la dirigenza stia portando avanti questa linea con le idee chiare.

APPROFONDIMENTI  Perché Feghouli sarebbe un affare per l'Inter

Federico Gianquintieri

share on:

Leave a Response