L’Inter è scatenata sul mercato. I nerazzurri hanno sistemato la difesa con Murillo e Miranda (anche se si lavora ancora sugli esterni difensivi) e il centrocampo con Kondogbia e Imbula; ora bisogna lavorare per completare l’attacco, con un esterno d’attacco e con una punta centrale. Chi sarà il vice Icardi scelto da Mancini?

1) BURAK YILMAZ – Il nome uscito in questi ultimi giorni è quello dell’attaccante del Galatasaray. Mancini l’ha già allenato nella sua esperienza turca e lo rivorrebbe al suo fianco: la parte difficile potrebbe essere convincere i Leoni di Istanbul, che certamente non hanno bisogno di liquidità. Per informazioni chiedere a Lotito, che da ormai 3 anni sta inseguendo Yilmaz senza riuscire a trovare l’offerta giusta per portarlo in Italia.

2) JAVIER HERNANDEZ – L’attaccante messicano è in uscita dallo United: l’ultimo anno in prestito al Real Madrid non è stato particolarmente ricco di soddisfazioni (9 gol e 9 assist) e il Chicharito è in cerca di riscatto. I Red Devils potrebbero accontentarsi di una cifra tra i 10 e i 15 milioni, che sarebbero veramente pochi per il peso internazionale del giocatore. Alcuni spifferi di mercato hanno parlato di contatti già avviati, sulla base di un prestito con diritto/obbligo di riscatto.

3) ALEXANDRE PATO – Lo sgarbo ai cugini sarebbe sicuramente l’operazione più low cost: il brasiliano si libererà a dicembre dal contratto con il Corinthians, che potrebbe accontentarsi di un indennizzo per anticipare la partenza a questa estate. Un’idea intrigante, soprattutto se si pensa al potenziale del giocatore: dovesse tornare ai fasti del 2011, il Papero sarebbe un attaccante di livello mondiale.

APPROFONDIMENTI  Verso Inter-Juventus: Perché Guarin è più forte di Khedira

4) MARIO BALOTELLI – Il suo nome non piacerà alla stragrande maggioranza dei tifosi: Balotelli è una testa calda, ha mancato di rispetto alla maglia nerazzurra in una delle serate più belle della stagione del Triplete e ha completato la rottura con la piazza interista professandosi milanista e giocando con la maglia dei cugini. Allo stesso tempo però non si può negare il valore del giocatore, dimostrato proprio negli anni all’Inter e in particolare sotto la guida di Mancini. Ebbene, lo stesso tecnico jesino potrebbe cercare di vincere una scommessa praticamente impossibile: prendere Mario dal Liverpool (dove non si è mai ambientato) e, contro tutto e tutti, riuscire a farlo riappacificare con l’ambiente nerazzurro e a farlo tornare Super.

5) … RODRIGO PALACIO – El Trenza è uno dei perni dell’Inter degli ultimi 5 anni: sacrificio e gol al servizio della squadra, un elemento indispensabile per tutti gli allenatori che si sono susseguiti sulla panchina nerazzurra. L’età però avanza e ormai la carta d’identità dice 33 anni: è quindi possibile che Palacio non riesca più a reggere i 90 minuti, soprattutto nel caso in cui fosse relegato sull’esterno dal nuovo 4-2-3-1 di Mancini. Trasformare l’argentino in una riserva di lusso di Icardi potrebbe essere quindi la scelta giusta: Rodrigol ha dimostrato negli anni di poter giocare alla grande da prima punta, i 53 gol in 3 anni dimostrano la sua vena realizzativa straordinaria. A quel punto i soldi potrebbero essere reinvestiti per cercare sul mercato un ulteriore esterno d’attacco, più giovane e fresco rispetto all’ex Genoa.

Jacopo Gino (@jacopogino)

share on:

Leave a Response