La Roma ultimamente sembra essersi interessata al cartellino di Guarin. La risposta dell’Inter al momento sembra esser negativa: il colombiano non si cede. Ma è risaputo, ogni cosa ha un prezzo, e il cartellino del centrocampista non è poi così  alto. Venne acquistato, da infortunato, il 31 Gennaio 2012 dal FC Porto per circa 10 milioni, oggi è stimato 12 milioni, quando nel Giugno del 2013 ha toccato il suo massimo valore di 18 . A breve il suo contratto scadrà e le opzioni saranno due: rinnovarglielo o cederlo, ma a parametro zero. Che cosa converrebbe di più ? Quale l’escamotage più azzeccato? Ecco 5 semplici motivi per cui venderlo entro questa sessione di mercato.

1.IL CONTRATTO  Come già detto, il 30  Giugno 2017 il suo contratto scadrà. Oggi Guarin ha ancora un valore che potrebbe giovare e almeno far bilanciare i conti dell’Inter, ma tra un anno la situazione sarebbe totalmente diversa. Così il suo valore. E’ stato un calciatore che ha variato di poco le sue quotazioni e che non ha portato la squadra a grandi guadagni . Venne acquistato da infortunato ad un prezzo sicuramente inferiore, ma negli anni il suo grafico è sempre quello, senza grandi picchi. Che sia forse meglio venderlo ora con un valore ancora accettabile? Perché non cogliere al volo l’interessamento della Roma?

2.ETÀ – Può sembrare ripetitiva come motivazione,  ma l’età ha sempre un’importanza da non sottovalutare. La nuova guardia del Mancio parla chiaro. Pochi senatori, carne fresca. Guarin sta già raggiungendo i trent’anni e alla scadenza del contratto li avrebbe già superati. Età che in un calciatore della serie A fa da spartiacque. La nuova Inter è piena di gambe giovani e di energia, Guarin oggi  rischierebbe di esser fuori luogo.

APPROFONDIMENTI  Bentornata, pazza Inter: Jovetic salva la Beneamata

3. TATTICA – L’ennesimo destro in una squadra di destri povera di mancini. La rosa dei centrocampisti dell’Inter presenta nomi di un certo spessore e che sanno giocare con entrambi i piedi, ma nella panoramica della tattica di Mancini a cosa gioverebbe Guarin? Poche le caratteristiche che lo renderebbero fondamentale nel gioco.

4. DISCONTINUITÀ  Pochi i momenti, all’interno di ogni stagione, in cui Guarin si distingua per qualche azione. Anzi, resta un giocatore più volte  punito dalla stessa Gazzetta, che lo commenta  così: “Lentezza, tiri velleitari, mai un guizzo vero o un’invenzione”. A seguito di più partite non ha mai esitato nel valutarlo con un misero 5.

5. PRESTAZIONI DELUDENTI – Di opportunità ne ha avute davvero tante, numerose le partite giocate dopo l’esordio, ma misere le prestazioni. Guarin si dimostra essere un giocatore che passa inosservato, nessuna azione memorabile, nessuna presa di inventiva. Per qualcuno un investimento sbagliato e fuori luogo per l’Inter. Al momento sembra che il colombiano non sia intenzionato a levare le tende, ma il calciomercato è ancora aperto e le trattative non sono ancora finite.

Francesca Cordone

share on:

Leave a Response

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.