“Incontro @Inter-@OfficialASRoma adesso a Milano: si parla di #JuanJesus. Vedremo gli sviluppi e se può entrare anche #Ljajic nei discorsi”.

Il tweet di Gianluca Di Marzio parla chiaro: le due squadre si sono incontrate, i due centri opposti hanno messo sul piatto Jesus e Ljajic. Un terremoto sia per i neroazzurri, quanto per la Roma, che al momento è sempre più presa dalla Champions.

Le ultime notizie dal calciomercato riportano grandi passi avanti nelle trattative, da una parte abbiamo il calciatore brasiliano Juan, noto difensore dell’Inter, dall’altro il serbo Ljajic, attaccante e centrocampista della Roma.

Come sempre due gli schieramenti: da una parte chi non vuole veder ceduto Juan, in rosa ben dal 2012 e con alle spalle una bella storia scritta con i neroazzurri, dall’altro chi vede in  Adem un ottimo investimento, non solo in campo, ma anche nel valore di mercato. Contemporaneamente sta per essere ufficializzata la notizia del trasferimento del croato Perisic, azione che costerebbe all’Inter ben 18 milioni, più bonus.

Sarebbe quindi il momento giusto per prendere nella rosa un’ulteriore punta, quale è Ljajic.

Ecco cinque motivi:

1. Juan non è un terzino- E’ stato adattato a questo ruolo. Ancora da giovane in  Brasile ha sempre giocato come terzino, conosce il ruolo, ma gran parte della sua carriera è stata fatta da difensore centrale. Oggi il Mancio lo riutilizza come terzino sinistro, dopo che giocando come centrale con Ranocchia non aveva  portato a grandi risultati. Ma è davvero un terzino valido come i senatori del passato o rischia di portare avanti un ruolo a lui non consono? Oggi su che cosa avrebbe davvero senso puntare? Ljajic sembra una figura perfetta alla formazione pensata dal Mancio.

2. Liquidi per chiudere l’affare-  L’Inter in questo calciomercato ha sborsato quote importanti, e oggi difronte ad affari quali quelli di Lavezzi, ancora un’incognita, e Perisic, dato quasi per certo, servono nuove entrate.

APPROFONDIMENTI  I 5 bidoni del momento in casa Inter

3. Oggi Juan Jesus ha ancora un valore- Giovane, con una buona condotta alle spalle, dal punto di vista del mercato, ha fatto guadagnare all’Inter.  Comprato nel 2011 per circa 3 milioni, oggi Transfermarkt lo quota ben 11. Una crescita netta, di un calciatore che aveva toccato anche i 14 milioni. Oggi Juan ha un valore interessante e che risolleverebbe di non poco le casse dell’Inter con lo scambio  della Roma.

Due coincidenze che non vanno assolutamente sprecate.

4. Perfetta sintonia-  In un Calciomercato che ha portato l’interesse dell’Inter soprattutto nel creare una buona fascia di attacco, la figura di Adem si rivela essere fondamentale. Il serbo potrebbe essere l’elemento decisivo nella nuova disposizione. Perfetta la sintonia – auspicata!- che si potrebbe  venire a creare con Stankovic, col quale non potrebbe fare altro che crescere ulteriormente.

Sintonia che Juan non è riuscito a creare davvero con la squadra. Forse anche a causa del suo stesso carattere molto forte, ma quasi sempre fuori dal campo.

5. Panchinaro- Ljajic sarebbe  il perfetto attaccante di scorta, oltre a Palacio che sarebbe una  punta centrale. Non è facile trovare un giocatore che sia  disposto a tale posizione,ma Adem l’ha già fatto per anni. Con questa trattativa, i soldi guadagnati dalla Roma potrebbero essere rinvestiti nell’acquisto di un terzino davvero forte, a differenza di  Jesus.

In conclusione si  dire che sarebbe bastato scrivere che Adem è stato soprannominato, non a caso, ” il Kakà dell’Est”. Può valere come sesto motivo?

Francesca Cordone

share on:

Leave a Response

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.