Il derby della Madunina è alle porte. Da anni non si respirava un clima così frizzante per la stracittadina milanese: i due club si sono rafforzati molto nella sessione estiva di calciomercato e i tifosi sperano di tornare subito ad alti livelli dopo le ultime deludenti stagioni. Ma in casa Inter non arrivano buone notizie: Joao Miranda, a causa della botta al ginocchio rimediata nell’amichevole contro gli Stati Uniti, con ogni probabilità sarà costretto a saltare il big match. Ciò significa che Mancini dovrà rispolverare uno tra Ranocchia e JJ. E questo potrebbe rivelarsi un grosso problema. I rossoneri, infatti, hanno proprio nell’attacco il reparto più forte, mentre la rinnovata difesa dell’Inter è al primo grande banco di prova.

SFIDA INCROCIATA – La coppia Miranda-Murillo sarebbe stata perfetta per contrastare il tandem offensivo Bacca-Luis Adriano, proponendo due sfide incrociate: Brasile da una parte, Colombia dall’altra. I due Cafeteros sono compagni di Nazionale e quando conosci bene il tuo avversario è più facile limitarlo, soprattutto se sei un difensore e hai davanti un attaccante. Inoltre, la rapidità di Murillo potrebbe rivelarsi un’arma efficace per contenere Bacca, mentre il senso della posizione, l’esperienza e la solidità di Miranda sarebbero state perfette per contrastare un centravanti più statico come Luiz Adriano. Purtroppo, a causa del forfait dell’ex Atletico Madrid, bisognerà rimescolare le carte in tavola.

APPROFONDIMENTI  La metamorfosi di Melo: nuovo leader a centrocampo?

LE SOLUZIONI – Ecco allora che potrebbe tornare in campo capitan Ranocchia, con quel 23 che tanto ha fatto gioire i tifosi nerazzurri nei derby passati, quand’era sulle spalle di un certo Marco Materazzi. Dal punto di vista tattico non cambia molto: Ranocchia, per caratteristiche, è più simile al compagno di reparto brasiliano che a quello colombiano. Certo, i blackout delle ultime stagioni non lasciano sereni i tifosi interisti, eppure il capitano nerazzurro può e deve tenere un giocatore come Luiz Adriano.

OCCHIO ALL’EX – Il Milan, tuttavia, ha un’arma in più: Mario Balotelli. L’ingresso a partita in corso del bresciano classe ’90 potrebbe rivelarsi una vera e propria spina nel fianco per la difesa nerazzurra, un imprevisto monopoliano che potrebbe far pendere da qualsiasi parte l’ago della bilancia. L’attaccante italiano ha pregi e difetti ben noti a tutti e verso quei tifosi che tanto lo hanno fischiato e invitato ad andarsene ha ancora il dente avvelenato. Ecco allora che gli equilibri tattici potrebbero cambiare ulteriormente e per questo l’assenza di Miranda sarà ancora più pesante. Col brasiliano in campo l’attacco rossonero sarebbe stato meno temibile, ma ora la difesa dell’Inter appare meno solida. Chi vivrà vedrà e buon derby a tutti.

Federico Gianquintieri

share on:

Leave a Response