La pesante sconfitta con la Fiorentina dell’ultima domenica ha riproposto un problema che con le iniziali vittorie stagionali sembrava esser stato accantonato: Handanovic è l’uomo giusto per difendere la porta nerazzurra?

Dopo la prima annata straordinaria tra i pali di San Siro, con un’eredità sulle spalle pesante come quella di Julio Cesar, infatti,  Handanovic si è con il tempo smarrito e ha perso quella sicurezza che nella prima stagione in nerazzurro aveva tenuto a galla un’Inter disastrosa, soprattutto dal punto di vista difensivo. Alcune prestazioni poco convincenti dello sloveno e un rinnovo di contratto (in scadenza nel giugno 2016), che tarda ad arrivare fanno pensare ad un possibile addio a fine stagione.

Quali potrebbero essere le eventuali alternative? Eccone cinque, tra sogni e, soprattutto, realtà.

1) SPORTIELLO – Classe ’92, titolare nell’Atalanta, Marco Sportiello ha tutte le carte in regola per diventare uno dei migliori portieri del calcio italiano. L’inizio di stagione all’Atalanta ne è una dimostrazione: 5 gol subiti in 6 partite (tra cui la perla di Jovetic al ’93 nella prima giornata) hanno portato l’Atalanta ad 11 punti in classifica, a -4 delle capoliste Fiorentina e Inter. Molte squadre sembrano interessate a lui, l’Inter deve farne parte.

2) MARCHETTI – L’attuale portiere titolare della Lazio è un nome che da tempo circola ogni volta che la posizione di Handanovic viene messa in discussione. Scalzato inizialmente da Berisha, si è ripreso il posto da titolare a suon di ottime prestazioni: la Lazio potrebbe vacillare a farlo partire, anche se il contratto in scandenza nel giugno 2016 può far sperare l’Inter.

APPROFONDIMENTI  Dagli argentini ai brasiliani-serbo-croati: la rivoluzione culturale dell'Inter

3) PERIN – Altro nome che è stato accostato in primavera all’Inter, l’attuale portiere genoano potrebbe essere un buon affare senza un eccessivo esborso economico. Certo, non è affatto sicuro e scontato che sia da Inter, ma è indubbio che abbia delle qualità e un potenziale in parte ancora non espresso. Forse la più grande scommessa tra questi nomi.

4) ROMERO – E’ vero, il portiere argentino ex Sampdoria si è trasferito in estate al Manchester United. L’inaspettata permanenza di De Gea e la concorrenza di Victor Valdes come secondo portiere limitano però enormemente l’impiego di un portiere comunque di livello e ambizioso. Se il malumore dovesse prendere il sopravvento, l’Inter di certo non si farà cogliere impreparata.

5) HART – Perché non sognare un po’? Titolarissimo nel Manchester City, è uno dei tanti giocatori che sono passati sotto la guida di Roberto Mancini. Il telefono del Mancio è sempre acceso, la voglia di riunirsi, chissà, un giorno potrebbe tornare: difficilissimo, ma nel calcio non si sa mai.

Francesco Sessa

share on:

Leave a Response

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.