Sembrava arrivato solo per coprire l’ultimo tassello utile a Mancini in difesa. Certamente Melo lo ha un po’ oscurato in quel momento. Alex Telles però è stato capace di farsi notare fin da subito, rubando il posto di Juan Jesus sulla corsia di sinistra e mostrando qualità importanti. Il suo agente ha appena dichiarato che sicuramente l’Inter lo riscatterà a giugno e allora vediamo 7 buone ragioni perchè farlo sarebbe un affare.

1) RAPPORTO CON MANCINI – Il tecnico dell’Inter l’ha voluto fortemente. Telles ha risposto alla chiamata, senza pensarci due volte. I due si sono sempre piaciuti dai tempi del Galatasaray e il brasiliano, con un allenatore così, può solo che crescere.

2) PROSPETTO FUTURO – La carta d’identità parla chiaro. 15 dicembre 1992. Telles è sicuramente un talento per il futuro, che crescendo nel modo giusto, potrebbe diventare un terzino sinistro di altissimo livello.

3) QUEL PIEDE SINISTRO – Quale altro terzino, in serie A, possiede un piede così raffinato? Tra i vari problemi dell’Inter degli ultimi anni turbolenti, ci sono sempre stati i cross, che arrivavano molte volte con scarsa qualità. Ora e in futuro invece, si potrà contare sul brasiliano, capace di sfornare anche calci piazzati molto interessanti.

4) DUTTILITA’ – Per ora l’Inter manciniana, sembra essersi stabilizzata su un assetto a quattro dietro, con tre centrocampisti. Telles è un terzino sinistro di spinta, ma può essere anche alzato in un ruolo più offensivo, date le sue buone qualità d’attacco. Se poi si virasse su una difesa a tre, il brasiliano può tranquillamente ricoprire il ruolo di esterno sinistro di centrocampo.

APPROFONDIMENTI  5 motivi per non sottovalutare il Carpi

5) PREZZO – Il diritto di riscatto è fissato a 8,5 milioni. Se pensiamo alle folli cifre del mercato e soprattutto ai costi di terzini sinistri già affermati, vedi i 25 milioni per Alex Sandro sborsati dalla Juventus, possiamo ritenere il riscatto un affare, soprattutto se Telles confermerà le sue prestazioni.

6) IL CLAN DEI BRASILIANI – E’ arrivato con l’amico Melo. All’Inter inoltre, avrà la possibilità di ambientarsi e crescere, grazie alla presenza degli altri brasiliani, come i vari  Miranda, Juan Jesus e Dodò. Questo migliorerà l’intesa con l’intera squadra.

7) POCA CONCORRENZA- In poco più di un mese, ha dimostrato molto di più che i vari terzini nerazzurri alternati sulla fascia sinistra negli ultimi anni. In rosa, nel suo ruolo, non ha rivali e, se resterà su questi livelli per l’intera stagione, non avrebbe senso perdere del tempo sul mercato per un tassello che si possiede già.

E’ ancora troppo presto per paragonarlo a Roberto Carlos, ma qualcuno lo ha già fatto. Senza scomodare i grandi del passato però, Alex Telles può sicuramente fare molto bene in nerazzuro e crescere ancora. l’Inter non deve buttare al vento questo giovane di qualità.

Amedeo Bonato

share on:

Leave a Response