Si avvicina il derby d’Italia, la partita delle partite. Oggi proveremo a pronosticare le probabili formazioni delle due squadre, considerando che a quattro giorni dal match il Mancio e mister Allegri si trovano alle prese con i rispettivi infortunati e tanti dubbi.

CASA INTER – La grande novità in vista della sfida di domenica sera tra Inter e Juventus potrebbe essere il ritorno da titolare di Jovetic. Dopo essersi infortunato nel riscaldamento della partita contro la Fiorentina e il caso scoppiato per la sua convocazione in nazionale, sembrerebbe aver recuperato e dovrebbe affiancare Icardi in attacco. A completare il reparto avanzato ci sarà Perisic. Sicuro di esserci a centrocampo è Felipe Melo, dovrebbe essere a disposizione anche Kondogbia, anche lui reduce da un infortunio ma si contenderà i due posti disponibili con Medel e Guarin. In difesa si ricompone la coppia Murillo-Miranda con Santon sulla fascia destra e Juan Jesus favorito al momento per quella sinistra su Telles. A difendere la porta nerazzurra il solito Handanovic.

probabili formazioni Inter-Juventus: Khedira tra i titolari di Allegri
Sami Khedira ai tempi del Real Madrid

CASA JUVE – I bianconeri dovrebbero recuperare Morata e Pogba dopo gli infortuni con le rispettive nazionali. Se lo spagnolo non dovesse farcela oppure se dovesse essere preservato da Allegri per la Champions pronti a sostituirlo vista anche la sicura assenza di Mandzukic in attacco ci saranno Dybala e Zaza. Altri sicuri presenti visto l’ottima condizione saranno Khedira e Cuadrado. A disposizione il tecnico bianconero ritroverà Marchisio, anche lui lontano dai campi da diverso tempo. Ma il suo utilizzo non è scontato perché potrebbe anche lui essere tenuto a riposo per la partita contro il Borussia Moenchengladbach. Davanti a Buffon ci saranno Barzagli, Chiellini, Bonucci ed Evra.

APPROFONDIMENTI  5 motivi per preferire Ljajic a Perotti

Questa è la situazione ad oggi, come abbiamo visto ci sono ancora tante incognite sia in casa Inter che  in casa Juventus. Per i due tecnici a disposizione ci sono quattro giorni di lavoro per preparare al meglio le proprie squadre e per cercare di togliersi i dubbi sulle eventuali formazioni da schierare domenica sera a San Siro.

Stefano Barchi

share on:

Leave a Response

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.