Senza parole. O meglio, ce ne sarebbero, ma forse nemmeno renderebbero l’idea dello spettacolo ignobile offerto dall’Inter nelle ultime sette giornate. i numeri basterebbero per spiegare quanto sta accadendo: 2 punti su 21 a disposizione, gli stessi del Pescara, zero vittorie e tre punti consegnati nell’ultima di campionato ad una squadra in profondissima crisi che non vinceva da oltre 100 giorni.

L’Inter è riuscita anche in questo, ma non solo: ciò che più di tutto desta sconforto, rabbia e sospetti nel tifo nerazzurro è la sensazione di una squadra che non ha alcuna voglia di conquistare il sesto posto, ultimo utile per guadagnarsi l’Europa League la prossima stagione. La sconfitta di ieri sera del Milan lascia ancora aperta, teoricamente, la possibilità: il punto è però un altro, questa Europa la vogliono davvero?

La domanda ha un duplice destinatario. La società, che ha già in programma una tournée ricchissima in estate, importante tanto sul piano economico e di marketing, quanto di immagine. Giocare al giovedì vorrebbe dire, sulla carta, influenzare negativamente un campionato che l’anno venturo riabbraccerà quattro squadre in Champions League, senza passare dai preliminari. Un’occasione che Suning ha l’obbligo di non mancare.

I secondi destinatari sono i giocatori, perchè “a pensar male si fa peccato, ma certe volte si azzecca“. La prestazione di ieri da parte di alcuni giocatori ed in alcune circostante, ma più in generale nelle ultime partite, è stata a dir poco imbarazzante. Rigori mancanti, zero movimenti, lisci a porta vuota, cattiveria sotto i piedi ed orgoglio “questo sconosciuto”. Arrivare sesti vorrebbe dire giocare non uno,bensì due turni preliminari: tradotto, vacanze dimezzate, oltre al “fastidio” di giocare al giovedì.

APPROFONDIMENTI  I 5 Brasiliani Più Forti Della Storia Dell'Inter

Dalla sponda opposta del Naviglio pare non vi sia questa grande voglia d’Europa, ma il Milan con una rosa nettamente inferiore ed un passaggio di proprietà ad accompagnare l’intera stagione è sopra di tre lunghezze. Eppure la prossima giornata offre un’ulteriore chance in calendario, l’ultima: Inter-Sassuolo ed Atalanta-Milan.

Un punticino ieri sarebbe stato chiave in ottica Europa, ma è davvero quello che vogliono?

share on:

Leave a Response