Sarà uno degli appuntamenti all’ora di pranzo meno interessanti per i tifosi nerazzurri, stanchi per l’ennesima stagione deludente della beneamata. Coincidenza vuole che per l’ennesima volta alle 12.30 sia il Sassuolo l’avversario in questione e non sempre le cose sono andate bene. All’andata decise un gol di Candreva nel momento di maggior splendore della squadra nerazzurra, che avrebbe inanellato una serie di 8 vittorie consecutive fra il mese di dicembre e gennaio. Ma proprio a gennaio 2016 la vittoria degli emiliani all’ultimo secondo grazie al rigore di Berardi segnò il punto di rottura fra una prima parte di stagione che vide l’Inter comandare la classifica per quasi l’intero girone di andata ed uno di ritorno che portò i nerazzurri allora allenati da Mancini al quarto posto in classifica, anche fuori dalla Champions League.

Sempre l’ora di pranzo evoca però nei ricordi felici interisti: in questa fascia oraria infatti si concretizzo uno dei “settebello” realizzati ai danni della società di Squinzi. Era ancora l’Inter di Milito e degli argentini, nella stagione del triste commiato. Oggi entrambe le squadre vivono un periodo non felice, sebbene i neroverdi abbiano stabilmente occupato una tranquilla posizione di classifica nella storica stagione che ha visto il Sassuolo disputare, con onore, l’Europa League. I tantissimi infortuni subiti hanno smorzato entusiasmo e volo di una squadra dalle enormi capacità tecniche, economiche e manageriali, come dimostrano le ultime stagioni.

L’Inter ci arriva con l’ennesimo ribaltone tecnico, esonerato Pioli la squadra finirà in mano a Vecchi per il finale di stagione. Una decisione clamorosa, che a tre giornate dal termine non trova un senso logico soprattutto se si guarda la classifica: il distacco dell’Inter dal Milan, che oggi occupa l’ultima piazza utile per accedere all’Europa è di appena tre lunghezze. Che società e giocatori vogliano davvero perseguire questo traguardo è tutto da capire e, stando alle statistiche amare delle ultime giornate, pare proprio che le lunghe vacanze e la ricca tournée estiva si faccia preferire allo scomodo doppio preliminare e alla partita settimanale del giovedì nel corso della stagione. Un’Inter che avrebbe anche una buona occasione domenica, approfittando dell’anticipo serale fra Atalanta e Milan in quel di Bergamo.

APPROFONDIMENTI  Inter, la Cina è un fallimento. Annunciato

I nerazzurri giocheranno già conoscendo il risultato dei cugini, con una concreta possibilità di portarsi a ridosso in classifica prima della complicata trasferta di Roma, contro la Lazio. L’Inter potrebbe però approfittare della finale di Coppa Italia dei biancocelesti nel corso della prossima settimana, ma il punto resta sempre lo stesso: vuole davvero conquistare questo sesto posto?

Nonostante il periodo di crisi, gli specialisti di Sports Bwin sembrano dare abbastanza credito alle possibilità dell’Inter di portare a casa i tre punti che mancano dal 7-1 contro l’Atalanta di metà marzo: 1.40 la vittoria dei nerazzurri, a 4.60 interessante la quota del pareggio mentre è data a sette l’improbabile affermazione esterna dei neroverdi. La formazione di Vecchi dovrebbe presentare poche novità, visto anche cosa è successo a Pioli dopo il clamoroso cambio di Icardi nel corso del match contro il Genoa.

Nel frattempo Suning annuncia Sabatini, attende Oriali e corteggia Conte o Simeone: insomma, tutto meno che pensare o sperare nella qualificazione all’Europa League. Che, pare, nessuno voglia davvero raggiungere.

share on:

Leave a Response