Il rumore dei nemici è sempre forte in casa Inter. Anche quando la squadra non ottiene i risultati che il blasone del club imporrebbero, qualcuno è sempre pronto ad punzecchiare i nerazzurri. In questa speciale classifica (divisa in due parti) abbiamo raccolto le 10 gaffes che sono state fatte contro l’Inter; quale è stata la più fastidiosa?

1) Montoya, ma che ci vieni a fare a Milano? – “Me ne vado triste, spero di tornare al Barcellona”: queste sono state le dichiarazioni del terzino (ex) blaugrana alla partenza del volo che lo stava portando a Milano. Forse qualcuno dovrebbe spiegare al ragazzo che l’Inter non è la succursale di nessuno: non si veste la maglia nerazzurra solo per ben figurare e sperare di tornare da dove si è venuti.

2) Balotelli milanista – Era il novembre del 2009 e Balotelli, allora giocatore dell’Inter, era ospite ad un incontro con dei ragazzi disabili nell’istituto Don Gnocchi. Ad un certo punto la domanda di un bambino: “Mario, per che squadra tifi?”. L’inaspettata risposta ha scatenato un putiferio: “Sono milanista, anche se per quest’anno gioco nell’Inter”. Come se non bastasse – qualche mese dopo – incalzato da Striscia, SuperMario indossava la maglia rossonera con il suo nome e numero stampato sulla schiena: una dichiarazione di guerra che i tifosi non gli hanno mai perdonato, tanto da arrivare alla rottura definitiva e alla cessione al Manchester City.

APPROFONDIMENTI  Giù la maschera, arriva il fischio d'inizio

3) La Uefa dimentica la parte nerazzurra di San Siro – Lo stadio di Inter e Milan nel 2016 ospiterà la finale di Champions League, ma non secondo … la Uefa! Nell’annunciare la notizia via Twitter, l’organo europeo ha infatti scritto: “Nel 2016 la finale sarà al Meazza, lo stadio del Milan”, con tanto di tag della pagina ufficiale dei rossoneri. Dichiarazione quanto più fuori luogo, se si pensa che tra qualche anno San Siro sarà interamente nerazzurro.

4) Icardi “strappa” Milito – Ha del clamoroso la gaffe che ha riguardato Maurito: per il compleanno del giocatore, la fidanzata Wanda Nara gli ha collezionato un videomessaggio. Fin qui tutto bene, peccato che nel video ad un certo punto un agente di Icardi strappi una foto del Principe Milito: un gesto incomprensibile ed inutile, che prende di mira uno l’eroe principale del Triplete nerazzurro.

5) Thohir e la maglia ritirata – Nell’euforia della nuova carica di presidente dell’Inter, Thohir ha pensato bene di regalare la maglia nerazzurra ad Allen Iverson, stella dei Philadelphia 76ers (squadra di basket americana di cui Thohir era azionista). Il problema è che il numero stampato sulla schiena fosse il 3, ritirato in onore di Giacinto Facchetti nel 2006.

Queste sono le prime cinque, ma la classifica non finisce qui! To be continued…

Jacopo Gino (@jacopogino)

share on:

Leave a Response

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.