23 anni appena compiuti, egiziano, mancino naturale dotato di grande rapidità e un’ottima tecnica. Stiamo parlando ovviamente di Mohamed Salah, colui che sta attirando a sé tutte le attenzioni di questa sessione estiva di mercato. La Fiorentina sembrerebbe intenzionata a riscattarlo dal Chelsea, lo vuole l’Inter ma alla porta ci sarebbero anche Roma e Juventus. Mancini sta seguendo la trattativa in prima persona e il calciatore sembrerebbe gradire la piazza milanese, vista anche la recente rottura con la società toscana. La Fiorentina lo ritiene un suo giocatore (ancora in prestito con il diritto di riscatto a 18 milioni da versare al club londinese entro il 31 dicembre), mentre Salah vorrebbe esercitare il diritto di veto per non rimanere a Firenze. La questione è spinosa e si rischia di arrivare in tribunale. In ogni caso l’Inter aspetta, consapevole di avere la simpatia del giocatore.

UNA SEMPLICE DOMANDA… – Ma quanto vale realmente Mohamed Salah? Il Chelsea lo prelevò dal Basilea per 15 milioni di euro nel gennaio 2014, ma l’egiziano non si dimostrò un grande investimento per gli inglesi con solo 19 presenze e 2 gol. Appena un anno dopo Salah venne girato alla società dei Della Valle (prestito oneroso con diritto di riscatto) che lo inserì all’interno dell’operazione che portò Cuadrado a Londra. L’impatto col campionato italiano fu devastante: 9 reti in 26 gare (quasi tutte decisive) e una serie di ottime prestazioni. Bisogna prendere però in considerazione diversi punti: Il vero Salah è quello di Londra o quello di Firenze? Visto il rendimento in discesa nelle ultime partite, i difensori del campionato italiano hanno capito il suo gioco e hanno imparato a contenerlo? La Fiorentina ha il prezzo di riscatto fissato a 18 milioni, ma qualora l’egiziano scegliesse un’altra squadra il Chelsea chiederebbe di più? In realtà Salah è ancora una scommessa. È vero, è giovane e ha dimostrato di essere un ottimo giocatore in questi 6 mesi in Italia, all’Inter farebbe sicuramente comodo e la sua prestazione a S.Siro (gol e numeri da fuori classe) ha impressionato. È soprannominato il Messi d’Egitto, ma visto che Shaqiri sarebbe il Messi delle Alpi, forse bisognerebbe imparare a non scomodare i santi troppo in fretta. In ogni caso tra i 15 e i 18 milioni, potrebbe essere una somma giusta per garantirsi le prestazioni dell’egiziano. Ma non di più, non ancora.

APPROFONDIMENTI  5 motivi per cui Icardi è più forte di Bacca

Federico Gianquintieri

share on:

Leave a Response