L’Inter non si ferma più e punta ad almeno due ali per passare in maniera definitiva al 4-3-3, identificato da Mancini come modulo ideale per la rosa nerazzurra. I nomi sono ormai noti, la dirigenza aspetta il momento giusto per chiudere un paio di operazioni e accontentare il tecnico jesino.

1) SALAH – La situazione dell’egiziano è caldissima ed in piena evoluzione. L’Inter ha l’accordo con il giocatore (quadriennale da 3,5 milioni) e sembrerebbe aver trovato anche la formula giusta per accontentare il Chelsea, con un prestito oneroso a 2/3 milioni con obbligo di riscatto a 17/18. Il problema resta la Fiorentina, che non ci sta e minaccia azioni legali. I viola sono convinti che l’Inter abbia agito in maniera scorretta e, scottati dal rifiuto dell’egiziano, tenteranno in tutti i modi di mettersi di traverso per impedire (o quantomeno rallentare) l’operazione.

2) JOVETIC – Evergreen del mercato nerazzurro, quest’anno potrebbe essere la volta buona. Il giocatore è ai margini del progetto del Manchester City, ma su di lui la concorrenza è folta: lo cercano, oltre all’Inter, la Juventus e la Roma. Prezzo del cartellino sempre intorno ai 20 milioni, anche in questo caso operazione fattibile con un prestito con obbligo di riscatto.

3) PERISIC – Anche qui situazione in evoluzione. L’Inter ha formulato una prima offerta ufficiale (3 milioni di prestito + 12 di obbligo di riscatto), il Wolfsburg nicchia cercando di alzare il prestito. I nerazzurri comunque sono forti del gradimento del giocatore, con cui hanno già trovato l’accordo per l’ingaggio, e possono quindi trattare con il club tedesco partendo da una posizione di forza. Il prezzo finale per il croato si potrebbe aggirare sui 18 milioni, una via di mezzo tra i 20 della domanda e i 15 dell’offerta.

APPROFONDIMENTI  Salah o Cuadrado: chi servirebbe di più?

4) LAMELA – Il nome del Coco era passato un po’ di moda negli ultimi mesi, ma l’improvvisa cedibilità di Shaqiri ha aperto un varco per arrivare all’ex Roma. Al Tottenham infatti piace il folletto svizzero, quindi l’Inter potrebbe provare a formulare un’offerta che preveda il suo cartellino più una parte cash.

5) CUADRADO – Il colombiano è stato accantonato da Ausilio: troppo alti i prezzi, troppa la concorrenza. Nel caso in cui il Chelsea aprisse al prestito però, l’Inter si farebbe comunque trovare pronta e cercherebbe di dare battaglia alla Juventus e ai club spagnoli interessati (Atletico Madrid e Siviglia in primis). Il costo del cartellino si aggirerebbe sui 30 milioni.

6) KEITA – Baldè Keita è un profilo estremamente interessante: giovane e talentuoso, corrisponde esattamente al profilo cercato dai nerazzurri. L’ex Barcellona è stato chiuso alla Lazio dalla crescita esponenziale di Felipe Anderson e si potrebbe acquistare per una cifra intorno ai 12 milioni. Trattabilità della cifra vicino allo zero, visto che il giocatore non è sul mercato e viste le solite difficoltà a trattare con Lotito. Unica incognita sarebbe il carattere del ragazzo, estremamente estroverso, anche se Mancini ha già dimostrato in più occasioni di saperci fare con le “teste calde”.

7) BIABIANY – Già bloccato e virtualmente nerazzurro è Jonathan Biabiany. Fermo da un anno per un problema cardiaco, il francese ha ottenuto l’idoneità per tornare a calcare i campi di gioco: Biabiany proviene dalla cantera nerazzurra e sarà quindi utile anche per le liste, che da quest’anno dovranno presentare un numero minimo di giocatori usciti dalle giovanili.

Jacopo Gino (@jacopogino

share on:

Leave a Response

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.