Altra finale persa per la Seleccion e la Pulce Messi. Il Cile di Medel vince la Copa America ai rigori, Argentina battuta 4-2. Al termine di una partita equilibrata la “Roja” di Santiago si aggiudica la sua prima coppa, per l’Argentina sono stati fatali gli errori dal discetto di Higuain e Banega.

IL RISCATTO DEL PITBULL – Nella vittoria cilena c’è anche un po’ di Inter: grande protagonista della serata e per tutto il torneo sudamericano è stato Gary Medel. Quella che è appena andata in archivio sarà per sempre la coppa del riscatto di Medel, dimostrazione che il Pitbul cileno se inserito in un sistema di gioco ordinato e fatto giocare nella sua posizione naturale, risulta essere un giocatore che farebbe comodo a molte squadre.

MEDEL NON E’ L’UNICO – Sono stati diversi i giocatori che mentre militavano nell’Inter sono stati protagonisti vittoriosi della Copa America. Tutti ci ricordiamo di Ruben Sosa, secoda punta veloce e potente, grande interista, nel 1995 il suo ultimo anno all’Inter si aggiudicò la sua seconda Copa. Adriano Leite Ribeiro detto l’Imperatore, gioie e dolori per i tifosi interisti. Grande talento, grande testa matta, ricordate il goal su punizione nell’estate del 2001 al Real Madrid?. Lui la Copa la vince nel 2004. Maicon Douglas Sisenando detto semplicemente Maicon, si signori proprio lui, uno di quelli del mitico triplete nerazzurro. Difensore brasiliano col vizio del goal, nel 2007 vince la sua seconda Copa America. Cosi’ arriviamo alla scorsa notte con la vittoria del Cile e di Gary Madel. Internazionale è il nome della società di Corso Vittorio Emanuele, internazionale è la sua storia. Dove si vince c’è sempre un po’ di Inter.

APPROFONDIMENTI  Mancini rivoluziona l'Inter con 5 mosse

Stefano Barchi

share on:

Leave a Response