L’Inter è in ritiro a Brunico pronta a preparare la nuova stagione che verrà. Il Mancio sembra orientato e convinto di poter riportare la squadra nerazzurra nei posti alti della classifica e l’arrivo dei nuovi acquisti si spera servano a dargli ragione. Tra partenze e arrivi, tormentoni di mercato, l’Inter sta plasmando la sua nuova identità che faccia capo ad un leader. Il leader per ora è individuato nel capitano Ranocchia, ma attorno a quella fascia ruotano molti nomi e vedremo se alla fine sarà ancora Andrea ad averla al braccio oppure ci sarà un passaggio di consegne. Vista il massimo impegno dell’Inter in questo calciomercato mi viene da pensare: “E se Ranocchia venisse venduto? Quali potrebbero essere i motivi che potrebbero spingere lui o la società nerazzurra ad allontanarlo da Milano?”.

MERCATO – Il suo valore viene attestato attorno ai dieci milioni di euro. Considerati i suoi ventisette anni di età potrebbe essere tranquillamente piazzato sul mercato qualora si decidesse anche di puntare su qualcuno del vivaio o direttamente su un giovane. In passato era stato accostato al Galatasaray nonché ad un interessamento della Juve di Conte.

CONCORRENZA – Con l’arrivo di Miranda e Murillo, la presenza di Juan Jesus, Vidic ed il pitbull Medel (che potrebbe concorrere tranquillamente per un posto in difesa), la concorrenza in quel reparto è ampiamente aumentata e date anche le ultime prestazioni, non è poi così sicuro il suo posto da titolare e le probabilità di vederlo in panchina potrebbero aumentare.

SICUREZZA DIFENSIVA? – Nelle ultime uscite il difensore interista ha destato seri problemi in chiave sicurezza, insieme a tutta la difesa, con problemi generali di organizzazione in campo. Ranocchia è il capitano nonché il pilastro difensivo che deve guidare la difesa, ma la cosa forse gli è sfuggita di mano visto che il reparto è stato trafitto per ben quarantotto volte nello scorso campionato.

APPROFONDIMENTI  Che senso ha vendere Nagatomo?

TECNICA – Il colpo di testa risulta essere l’arma principale di Andrea a differenza dei piedi. Più volte ha provato ad impostare l’azione e più volte la palla è finita oltre gli spalti. Non dotato di particolare velocità e lento nelle movenze ma tutto sommato riesce ad effettuare delle buone chiusure a volte in maniera goffa. Nel contropiede, se preso uno contro uno in velocità difficilmente riuscirà a mettere il turbo per recuperare.

UOMO DEI SOCIAL – Ranocchia si è trovato ultimamente al centro di alcune polemiche sui social (dove è molto attivo)dopo che alcuni tifosi l’avevano invitato in maniera decisa a lasciare la squadra. Andrea, con tutta calma ha risposto utilizzando il metodo Gianni Morandi, ovvero elargendo sorrisi e abbracci virtuali a tutti tanto da essere invitato da qualcuno a pensare meno a twitter e più alla squadra…
L’idea che Ranocchia lasci l’Inter è comunque legata a situazioni che se dovessero realmente incrinarsi potrebbero portalo lontano. Per adesso è il capitano, ma mantenere questa posizione per lui sarà difficile. Ora più che mai dovrà dimostrare il suo valore, soprattutto in questo periodo dove all’interno della dirigenza nerazzurra, anche gli incedibili rischiano il posto. Ho molto rispetto per Ranocchia sia come giocatore che come persona e sappiamo bene le sue reali potenzialità; farà bene in ogni caso, sia se dovesse andare via sia se dovesse rimanere ( ed io spero rimanga). Il tempo è orami maturo caro Andrea e adesso è arrivato il momento di raccogliere i frutti prima che lo faccia qualcun altro.

Mario Giuliante
(@Mario_TheVoice)

share on:

Leave a Response

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.