Il Messi d’Egitto e il Messi delle Alpi. Due giocatori dai destini incrociati ma che, almeno per il momento, non sono destinati ad incrociarsi tra loro. Il primo, infatti, è fortemente voluto da Mancini, il secondo, invece, non rientrerebbe più nei piani del tecnico. La situazione di Salah è complicata: la Fiorentina è scesa in guerra contro lui e contro l’Inter, aspettando l’egiziano per le visite mediche di lunedì 13 luglio, mentre il club che ne detiene il cartellino, il Chelsea, lo ha convocato per il ritiro di giovedì 9 luglio. In ogni caso, con tutta probabilità, Salah non indosserà più la maglia viola e potrebbe aver chiesto aiuto proprio al club londinese per poter finalmente varcare la soglia di Appiano Gentile. Ma vediamo i 5 motivi per cui puntare forte sull’egiziano piuttosto che sullo svizzero:

1) RENDIMENTO. Entrambi i giocatori sono arrivati in serie A a gennaio, disputando campionato, Europa League e Coppa Italia. Salah nella Fiorentina ha fatto la differenza, con una continuità di rendimento sbalorditiva. Shaqiri all’Inter non ha mai inciso, deludendo i tifosi con prestazioni opache e un filotto di panchine non da giocatore pagato a quel prezzo.

2) DUTTILITÀ. L’egiziano ha mostrato di sapersi adattare in diversi ruoli, giocando ad alti livelli sia da esterno che da seconda punta (posizioni in cui l’Inter è attivissima sul mercato). Lo svizzero, d’altro canto, ha giocato meno peggio come trequartista ma da esterno non ha reso.

APPROFONDIMENTI  L'Inter compra… ma non riesce a vendere!

3) MEDIA GOL. 3 gol in 20 gare per Shaq 9 reti in 26 partite per Salah. Una media di 0,15 gol a partita per il primo e di 0,35 per il secondo. Nel calcio, spesso, si parla con i gol e in questo caso i numeri parlano da soli.

4) MANCINI. Chi mette in campo i giocatori è l’allenatore e la società opera sul mercato soprattutto in base alle sue indicazioni. Le scelte del Mancio sono chiare: troppe panchine per credere che Shaqiri possa ancora piacere al tecnico, mentre per l’egiziano è sceso in trattativa in prima persona. Chi gioca lo decide il mister.

5) COSTO GIOCATORE. Shaqiri percepisce all’Inter quasi 3 milioni di euro a stagione, mentre l’attuale stipendio di Salah è sui 2 milioni. Quasi sicuramente l’egiziano chiederà di più qualora dovesse sbarcare in nerazzurro, ma a parità d’ingaggio, la scelta migliore è investire sulle prestazioni dell’egiziano.

Federico Gianquintieri

share on:

Leave a Response

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.