Neroazzurro è il colore che amiamo. “I colori della notte sullo sfondo d’oro delle stelle”, così spiegò la scelta in quella lontana sera del 9 marzo 1908 al ristorante Orologio, il pittore Giorgio Muggiani, uno dei padri fondatori del club milanese. Da allora quei colori apparvero sui campi di calcio, il nero e il blu impressi sul verde, pronti a conquistare la vittoria. Colori che da più di 100 anni vengono indossati per essere onorati e per fare la storia nerazzurra. Vediamo allora le 5 maglie più belle dal 1908 ad oggi.

5) 1928-1929 1° maglia, ripresa nella stagione 2007-2008 come seconda e nella stagione 2008-2009 e 2009-2010 come terza. Storie di scudetti e di Champions League. Una croce rossa sullo sfondo bianco. In realtà i colori rappresentativi non ci sono, ma l’imponenza dello stemma cittadino come vera squadra di Milano era tanta roba.

4)1995-1996 2° maglia. Può piacere o no, ma sicuramente era originale: maglia bianca con strisce verticali sulla parte alta e lo stemma dell’Inter riposizionato in stile cubista. Una scelta azzardata ma audace.

3) 2010-2011 2° maglia. Non solo per il biscione verticale sul fianco, simbolo del club, ma anche per gli stemmi cuciti sul petto: il Triplete (Champions League, campionato e Coppa Italia) e il Mondiale per club. Il biscione disegnato valeva già di per sé l’acquisto, con tutti quegli ornamenti poi…

APPROFONDIMENTI  Stevan Jovetic, il simbolo della nuova Inter

2) 1997-1998 3° maglia ripresa nel 2004-2005 e nel 2005-2006. La maglia della Coppa Uefa di Parigi, contro la Lazio, la maglia dei gol di Zamorano, di Capitan Zanetti e di Ronaldo. Il nero e il blu sono in orizzontale, come se rappresentassero la modalità d’attacco. Un attacco che ha ancora il sapore di Europa.

1) 1908-1909 1° maglia ripresa nel 2006-2007. La prima vera maglia nerazzurra. Strisce verticali e un elegante colletto bianco: in una sola parola l’Inter. La prima maglia indossata in campo e la maglia del record di 97 punti. La storia a colori di oltre 100 anni.

LA PIÙ BRUTTA: 2° maglia 2012/2013. Rossa come il Milan? Stiamo scherzando? Pessima scelta, non solo di gusto. Un tradimento che i tifosi non hanno ancora dimenticato (basta ricordare l’ultimatum degli ultras a chi si fosse presentato allo stadio con quella maglia).

Federico Gianquintieri

share on:

Leave a Response

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.