Ormai sembra certo, e a meno di clamorosi intoppi dell’ultim’ora l’affare dovrebbe chiudersi tra pochissimo. Stevan Jovetic sarà il prossimo grande colpo di mercato dell’Inter. Non facciano sorgere dubbi gli ultimi due anni del montenegrino, perso a Manchester tra intoppi fisici e incomprensioni tecnico-tattiche: l’ex Viola è un Top Player a tutti gli effetti, e anche se nella testa del Mancio forse è una seconda scelta – il mister avrebbe preferito Salah – in realtà potrebbe diventare l’uomo in più nella corsa Champions.

CAVILLI PROVVIDENZIALI – Ausilio e Fassone hanno provato fino all’ultimo a strappare l’egiziano ai Della Valle, ma l’aggressività della Fiorentina ha infine fatto desistere gli uomini mercato nerazzurri dall’incanalarsi verso una battaglia legale che sarebbe potuta durare tutta l’estate. Certo, se Jovetic è l’alternativa allora vanno ringraziati i Fratelli Tod’s per la loro insistenza. Parliamoci chiaro, se è in forma Jo-Jo vale molto più di Salah, e ritrovare “l’aria di casa” potrebbe giovargli non poco. I 40 gol segnati con la maglia della Fiorentina (è destino che il giglio sia sempre di mezzo in questa sessione di mercato) tra il 2008 e il 2013 sono un ottimo bottino per un ragazzo che ancora deve compiere 26 anni, mentre i 24 assist sfornati fanno già gola a Mauro Icardi, il quale non aspetta altro che un fido procacciatore di occasioni da rete per replicare il titolo di capocannoniere.

APPROFONDIMENTI  5 motivi per cui Brozović non è un trequartista

TALENTI A CONFRONTO – Salah fa della velocità la propria forza, e quando parte in progressione sono pochi a poter reggere il confronto. L’altro lato della medaglia però ci consegna un giocatore incapace di variare molto il proprio stile, finendo con l’essere ripetitivo nelle giocate. Non a caso, dopo gli exploit iniziali il suo rendimento è calato di molto nelle ultime settimane di campionato. Jovetic gioca a ritmi più blandi, forse, ma ha un repertorio talmente vasto da renderlo un giocatore completo. Dribbling, tiri da fuori e passaggi illuminanti, uniti a un più che discreto fisico (185 cm d’altezza).

CHI IL PIÙ UTILE? – Inoltre, una squadra come l’Inter difficilmente si troverà a giocare in situazioni di difesa e contropiede, soluzioni che sfrutterebbero in pieno le caratteristiche di Salah. Più probabilmente ci si troveranno di fronte difese chiuse e ostiche, mal digerite – specie a San Siro – nell’ultima stagione (vedi Parma, Cesena, Chievo e tante altre). In questi casi il talento e la classe sopraffina di Jovetic saranno sicuramente più utili per trovare il pertugio giusto e scardinarle.

Insomma, sono cose che succedono a volte, nel mercato come nella vita. Ti si chiude una porta, e ti arriva un campione. 

Simone Viscardi

@simojack89

share on:

Leave a Response

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.