Tempo di bilanci (e di cessioni) per la società nerazzurra dopo gli ingenti acquisti che sono serviti per rinforzare la rosa messa a disposizione di Mancini. La priorità adesso, dopo la sfuriata dello stesso presidente Thohir, è quella di cominciare a vendere qualche pezzo pregiato, in previsione di poter effettuare ulteriori acquisti prima della fine del calciomercato. La dirigenza interista si guarda intorno per sondare eventuali richieste circa l’interessamento da parte di altri club che hanno messo gli occhi su alcuni giocatori in rosa. Le domande sorgono spontanee: “quali giocatori converrebbe vendere in questo momento?”.

NAGATOMO – Il giapponese potrebbe essere una buona soluzione per cercare di monetizzare, avendo abbastanza mercato. Con il suo valore che si aggira intorno ai sette milioni e mezzo di euro e l’arrivo anche di Montoya ad insidiargli il posto, Yuto potrebbe lasciare Milano. Accostato ad alcune squadre, l’Inter non sentirebbe troppo la sua mancanza e neanche il giapponese verserebbe lacrime nel lasciare Milano.

JUAN JESUS – Il brasiliano, nonostante mostri un certo attaccamento alla maglia interista, potrebbe essere una probabile partenza. Con i suoi 24 anni ed il suo valore di undici milioni di euro sarebbe un ottimo affare in chiave ricavo. Ricordato forse più come uomo social che non per le sue giocate se dovesse partire, gli ultimi acquisti effettuati in quel reparto sicuramente non lo farebbero rimpiangere.

DODO – Se per Nagatomo l’Inter non si strapperà i capelli qualora andasse via, la partenza di Dodò non farebbe né caldo né freddo. Data la sua poca incisività e non essendo un giocatore adatto forse a grandi squadre, se l’Inter riuscisse a venderlo farebbe un gran colpo di mercato. Visti i ventitré anni e visto il valore di sei milioni di euro, potrebbe essere un buon affare qualità/prezzo. Il problema è: chi se lo prende?

APPROFONDIMENTI  L'Inter rinasce a Brunico. Giorno dieci

HERNANES – Voluto fortemente da Mazzarri e pagato dall’Inter quasi venti milioni di euro, il brasiliano non ha mai lasciato il segno più di tanto. Senza mettere minimamente in discussione il suo valore tecnico, per età e per valore di mercato (14 milioni di euro), darlo via ora non sarebbe male e sicuramente piazzarlo sul mercato non risulterebbe essere un grosso problema.

SHAQIRI – Dello svizzero se ne sta parlando tanto e molto probabilmente sarà lui il primo a lasciare Milano. Data l’età giovane (23 anni), il suo valore economico (17 milioni di euro) ed alcune pretendenti (lo Schalke 04 in particolare), trattenerlo sarà difficile, soprattutto se attraverso questi soldi in entrata l’Inter potrebbe arrivare ad uno tra Jovetic, Perisic o Salah.
Vista l’opposizione dei tifosi nel vendere Kovavic e Santon e vista l’incedibilità di alcuni, stando anche alle ultime news di mercato, con le cessioni di alcuni di questi nomi, l’Inter si liberebbe sicuramente di giocatori che troverebbero meno spazio in stagione e portando a casa allo stesso tempo un prezioso tesoretto. Se per i primi quattro si potrebbe provare a sondare il terreno per un’immediata cessione, per Shaqiri non sarebbe male rifletterci un po’ poichè, essendo stato acquistato a Gennaio 2015, non ha avuto modo di dimostrare ancora il suo vero valore e, soprattutto, l’idea di venderlo per comprare un altro giocatore con caratteristiche simili e allo stesso prezzo non sembra essere una mossa così intelligente. Il tempo darà ragione e vedremo se questa eventuale cessione si sarà rivelata utile oppure no. Vendere adesso è la priorità, per il resto c’è ancora tempo.

Mario Giuliante
(@Mario_TheVoice)

share on:

Leave a Response

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.