Riprende il lavoro l’Inter in questa decima giornata di ritiro. A Brunico si lavora sodo, gli uomini di Roberto Mancini devono essere pronti per l’inizio del campionato.

SEDUTA MATTUTINA – Roberto Mancini ha diviso i suoi uomini in tre gruppi lasciandoli lavorare tra palestra e pista di atletica.  I primi a scendere in campo sono stati i difensori con lavoro di tattica e tecnica. Il reparto offensivo ha lavorato soprattutto sul sistema con le tre punte, il modulo 4-3-3 sembra prendere il largo. Roberto Mancini si è soffermato sui movimenti della punta centrale in relazione ai cross provenienti dalle due ali d’attacco.

SEDUTA POMERIDIANA – Nel pomeriggio l’Inter ritorna in campo. Sotto il sole cocente ecco tutti gli uomini di Mancini dare il via al riscaldamento e lo stiramento dei muscoli attraverso lo stretching. Il tecnico interista ha diviso la rosa viene in quattro gruppi ed ognuno ha effettuato un torello nella propria area di campo. Mancini ha poi diviso la rosa in due gruppi che si sono allenati sul possesso palla ad alta intensità, senza troppe soste. Guarin, Icardi e Murillo hanno continuato il loro programma di recupero.

Successivamente ecco che Mancini ha provato una situazione di gioco schierando Montoya, Ranocchia, Juan Jesus e D’Ambrosio, con Kovacic regista basso e Icardi centravanti. L’allenamento a cui si sono sottoposti richiedeva rapidità di gioco accompagnato a precisione.

APPROFONDIMENTI  Pioli resta, l'Inter ha un futuro oltre al presente: finalmente

PARTITELLA – Al termine di questo allenamento ecco la rosa dividersi in due gruppi, gialli e blu. Si gioca solo su una metà campo.  I blu si sono dedicati alla parte offensiva mentre la restante parte del gruppo ha curato la fase difensiva. Nella partitella finale i gialli sono Montoya, Ranocchia, Juan Jesus, Santon; Taider, Kovacic, Kondogbia; Palacio, Shaqiri mentre i blu sono Carrizo, Nagatomo, Popa, Andreolli, D’Ambrosio; Gnoukouri, Hernanes, Delgado, Baldini. Vincono i blu con un goal di Delgado, bravo a fruttare una ripartenza.

Maurizio Saladino

share on:

Leave a Response

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.