L’Inter prova a tornare grande e ricomincia a farlo in grande stile, con una restaurazione che parte dalle fondamenta.

Dopo il rinnovo di Handanovic (che dovrebbe avvenire entro il 3 Luglio, giorno del raduno ad Appiano), l’Inter amplia la sua rosa con due giocatori centrali di alto livello, Miranda e Murillo. Il primo proviene dall’Atletico Madrid di Simeone ed è titolare nella nazionale brasiliana, impegnata nell Copa America che si sta disputando in Cile; il secondo, proveniente da un biennio con il Granada, anche lui in Cile e protagonista del gol vittoria che ha permesso alla sua Colombia di battere proprio il Brasile per uno a zero. I due centrali alla corte di Mancini dovrebbero sopperire ai problemi avuti durante tutta la stagione passata, nella quale la difesa interista è stata trafitta per ben 48 volte, con una media di 1,5 gol subiti a partita. Numeri alti, a segnalare che qualcosa sicuramente non andava. L’acquisto nell’estate 2014 di Vidic non ha assolutamente entusiasmato rispetto, invece, alle aspettative che si erano venute a creare: si parlava di un giocatore non giovanissimo di età ma con una esperienza tale da essere la pedina fondamentale che avrebbe guidato e completato la difesa interista, insieme ai già presenti Ranocchia e Juan Jesus; purtroppo però sappiamo tutti come è andata a finire.

ARIA NUOVA- Miranda e Murillo rappresentano una ventata di aria nuova, un cambiamento necessario, per il bene della stessa Inter. Il loro arrivo, in coppia, dà l’idea di un qualcosa già formato nel tempo, di un muro invalicabile che gli attacchi avversari faranno fatica a superare. Nonostante non abbiano mai giocato insieme, le aspettative nei loro confronti sono alte e sicuramente Mancini saprà sfruttare le loro capacità al meglio. Si spera possano essere all’altezza e possano provare a ricreare una difesa di ferro, in stile Samuel e Lucio, che difenda ma allo stesso tempo partecipi alla manovra di gioco. Ma soprattutto una difesa che dia sicurezza, capace di rimanere concentrata per i tutti i 90’ minuti di gioco, che sappia soffrire e difendere, e risultare così una grande difesa all’ interno di una grande squadra.

APPROFONDIMENTI  5 motivi per cedere D'Ambrosio e acquistare Sala

ESUBERO DI CENTRALI: QUALCUNO IN PARTENZA? – L’arrivo di Miranda e Murillo sicuramente non pone il problema di un ulteriore acquisto, ma bensì un evidente abbondanza di difensori centrali a disposizione di Mancini. Se risulta quasi impossibile la partenza di Ranocchia, alcune voci di mercato rumoreggiano sull’ eventuale partenza di Juan Jesus. Assieme a lui potrebbe partire Andreolli (sul giocatore ci sono Sampdoria, Lazio e Fiorentina), con Vidic che potrebbe rimanere ma non come titolare. Il tutto comunque è ancora da confermare e conoscendo l’attaccamento che Juan Jesus ha nei confronti del popolo interista, non sarà così facile mandarlo via; ma il mercato regala sempre delle sorprese e staremo a vedere.

La curiosità sarà sicuramente nel vedere che squadra il Mancio avrà intenzione di schierare. Soprattutto in difesa, vedere se verrà rinnovata la fiducia a Ranocchia affiancandogli magari l’esperienza Miranda; oppure se sarà direttamente quest’ultimo a giocare insieme a Murillo o infine l’eventuale colpo a sorpresa nel vederli schierati tutti e tre insieme. Comunque vada, la nostra speranza è quella che l’Inter torni ad essere competitiva su ogni reparto e questa è la cosa più importante. Per ora si sta muovendo bene, speriamo continui così e che la strada sia quella giusta.

Mario Giuliante 

share on:

Leave a Response

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.